Invasioni Digitali: un insolito continuo fermento

Invasioni Digitali: un insolito continuo fermento

di Angela Tanania

Ecco smentito il proverbiale detto “un bel gioco dura poco”: Invasioni Digitali è certamente un “episodio” piacevole, pochi giorni di felicità per tutti gli invasori che partecipano ogni anno numerosi … ma diffondere la cultura e promuovere i territori, questo non ha limiti di tempo. E per questo il 2016 intanto ci regala un nuovo (e più lungo) appuntamento, dal 22 aprile all’8 maggio.

Invasioni Digitali Luni

Invasioni Digitali Luni

Ecco animarsi lo spirito dell’ambassador che programma le sue invasioni, saremo pronti anche quest’anno, con alcune sorprese ma intanto ricordiamo insieme il 2015: al motto di “We Love This Game!” senza attendere molto la mappa si è animata di appuntamenti sparsi nel mondo.

Anche in provincia della Spezia il desiderio delle #InvasioniDigitali non si è fermato. Rinnovato il sodalizio con due realtà museali del capoluogo, il Museo Civico “Amedeo Lia” e il CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea, una nuova tappa si è aggiunta al calendario, una invasione di “confine”.

Invasioni Digitali Museo Amedeo Lia

Invasioni Digitali Museo Amedeo Lia

Due Chief Invader, Ambassador per la Liguria e per la Toscana, hanno condiviso un inedito racconto alla scoperta dell’area archeologica di Luni, l’antica “città di Luna”, principale istituzione archeologica del Levante ligure, a Ortonovo.

Invasioni Digitali Museo CAMeC

Invasioni Digitali Museo CAMeC

Le invasioni compiute si possono rivivere nello storify dedicato in attesa di scoprire le nuove invasioni 2016!

p.s. #invasioniarcheoluni è stato organizzato da Angela Tanania (Liguria Ambassador) e Annalisa Guerisoli (Toscana Ambassador).

#invasionimuseolia #invasioniCAMeC sono state organizzate da Angela Tanania (Liguria Ambassador)

Ringraziamo, per il supporto e per l’adesione, le istituzioni coinvolte: la Soprintendenza Archeologia della Liguria e l’area archeologica, il Comune di Ortonovo; il Museo “Amedeo Lia”, il CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea e il Comune della Spezia.