#InvadiVillapiana, un’’esperienza che parte da lontano

#InvadiVillapiana, un’’esperienza che parte da lontano

#InvadiVillapiana è un’’esperienza che parte da lontano, a febbraio, con l’incontro Conosci le Invasioni? organizzato da StartUp Calabria, e che si è concretizzata da poco.

La voglia di conoscere e far conoscere il proprio paese e valorizzarlo attraverso internet, unita a tanta curiosità e sete di sapere, ci hanno spinto, noi della Pro Loco, ad organizzare Invasioni Digitali.

E così lunedì 27 aprile 2015 siamo diventati per la prima volta invaders: abbiamo  fotografato e condiviso in tempo reale sui social,attraverso gli hashtag #invasioni digitali #IonioPollino #InvadiVillapiana, due tra i luoghi simbolo di Villapiana e cioè la Chiesa di S. Maria del Piano e il Convento di S. Antonio. L’’invasione è partita da Piazza Dante, cuore del borgo, dove è avvenuto il raduno di grandi ma soprattutto di molti bimbi! Ci siamo poi diretti verso la Chiesa dove le nostre guide Gianni e Rosa Lina ci hanno raccontato la storia e dove abbiamo potuto ammirarne la bellezza sia all’’interno che all’esterno. La Chiesa, edificata tra il XIII e XIV secolo, presenta due stili diversi, gotico e barocco. L’’edificio custodisce poi all’’interno: un altare maggiore in marmo, una cappella dedicata a S. Anna, statua lignea di S. Maria del Piano, due quadri in legno ed altri oggetti di importante valore.

#InvadiVillapiana

Abbiamo poi proseguito il percorso, a piedi, verso il Convento, lasciando la zona abitata ed entrando a contatto col verde della natura. Dell’’antica struttura del Convento oggi rimane solo la chiesa e delle vecchie mura poste all’’ingresso della viuzza. Esso è un piccolo scrigno i tesori dove tra gli altri abbiamo trovato un altare ligneo raffigurane la Madonna, una tela molto antica, degli oggetti di vita quotidiana e un vecchio organo.

#InvadiVillapiana

La giornata si è conclusa con la degustazione a Km 0 dell’olio e delle olive locali prodotte dall’Azienda Agricola Francesco Gabriele, nostro partner.

Quella di Invasioni è stata per noi un’’esperienza unica, che ci ha permesso di conoscere meglio il nostro paese ma soprattutto di creare dei rapporti umani che andranno oltre quest’’evento.

Marianna Santagada